• ASA_3613.JPG
  • ASA_5702.jpg
  • ASA_5891.jpg
  • DSC_6099.JPG
  • DSC_6132.JPG
  • DSC_6139.JPG
  • DSC_6141.JPG
  • DSC_6149.JPG
  • DSC_6269.JPG
  • DSC_6291.JPG

Il Disegno di Legge sulla Riforma della Polizia Locale prosegue il suo cammino e a fondo pagina troverete il collegamento per potere leggere e stampare l'ultimo testo che sembra sia definitivo. Al recente congresso dell'A.C.I. tenutosi a Riva del Garda il giorno 26 u.s. il Ministro Maroni  ha condiviso il testo, anzi come si evince dalle parole pronunciate (riportate qui sotto) vuole riformare dopo la nostra legge tutta la 121 per andare in senso europeo ad avere solo due Polizie, una federale (PS CC GdF) ed una locale (su base regionale).... A tale proposito si è in attesa, da Brunetta che ha già dato il suo assenso, andando contro l'unificazione dei contratti del pubblico impiego, nel senso che per gli altri verrà fatto normalmente ma nel contempo farà un contratto per la PL e a questo proposito si è in attesa della formulazione dell'articolo fatta dal suo dirigente legislativo. Pertanto si ipotizza la presentazione del testo in aula a fine giugno, con l'approvazione prima delle ferie per poi ripartire dalla Camera a settembre, con percorso veloce privilegiato e, visto che adesso ci sono pressioni per approvarla anche da parte di chi sino ad oggi se ne fregava è ipotizzabile l'approvazione prima di Natale..... speriamo.   
Qualcuno molto ottimista spera di arrivare molto prima e di presentare il testo approvato a Riccione a fine settembre !

PARTI SALIENTI DEL DISCORSO DEL MINISTRO MARONI A RIVA DEL GARDA (TRENTO)

(Fonte ANSA) - ''........  Nel pacchetto sicurezza non c'era e non c'e' la riforma della Polizia locale. Non e' stata una dimenticanza, perche' sapevo di una serie di proposte che erano gia' state depositate in Parlamento, proprio all'inizio della legislatura''. ''Ho confidato che in quest'anno - ha aggiunto Maroni - la proposta potesse procedere rapidamente, magari collegandola al disegno di legge sulla sicurezza. Cosi' non e' avvenuto per una serie di motivi, ma e' chiaro che quella proposta di legge e' uno dei capitoli del pacchetto sicurezza che noi abbiamo portato all'approvazione e deve essere approvato rapidamente. Approvato il disegno di legge sicurezza nelle prossime settimane, se ritenete e se lo ritengono i promotori - ha concluso - mi faro' parte attiva nei confronti dei presidenti di Camera e Senato delle Commissioni per arrivare a farla approvare. Ne sono davvero convinto, perche' altrimenti e' un modello zoppo''.
In particolare risulta molto importante il passaggio del discorso del Ministro sulla riforma della Polizia Locale:
"Questa è la strada che noi continueremo a seguire. In questo pacchetto sicurezza non c'era e non c'è, dall'iniziativa del governo, la riforma della Polizia Locale. Abbiamo preso questa decisione scientemente, non è stata una dimenticanza, proprio perché sapevamo /sapevo che c'era stata una lunga elaborazione di una serie di proposte che erano già state depositate in Parlamento, proprio all'inizio della legislatura, prima ancora del nostro pacchetto sicurezza. Ho confidato che in quest'anno la proposta potesse procedere rapidamente, magari collegandola al disegno di legge sulla sicurezza, così non è avvenuto per una serie di motivi, ma è chiaro che quella proposta di legge, ma è chiaro che quella proposta di legge, quella iniziativa è uno dei capitoli del pacchetto sicurezza che noi abbiamo portato all'approvazione e deve essere approvato rapidamente. Io garantisco il sostegno del governo alle proposte che ho letto, mi convincono, sono coerenti con il modello di sicurezza che abbiamo definito e, approvato il disegno di legge "sicurezza" nelle prossime settimane, se ritenete, se lo ritengono i promotori, io mi farò parte attivo nei confronti dei Presidenti di Camera e Senato delle Commissioni per arrivare a farla approvare, ne sono davvero convinto perché altrimenti è un modello zoppo! E nella mia esperienza vi assicuro, come nella vostra esperienza di chi quotidianamente vive questi problemi sulla strada, in mezzo alla strada o, come è stato detto, anche sui marciapiedi, bisogna che le cose siano chiare, bisogna essere anche un po' pedanti nel definire le competenze perché altrimenti......... "                

Gianfranco Peletti

Testo integrale del Disegno di Legge dell'On.Saia (unificato) sulla Riforma della Polizia LocaleRapporto annuale dell'ACI sulla Polizia Locale

Rapporto annuale dell'ACI sulla Polizia Locale

 

Il giorno 17 maggio, u.s. alle ore 11.00 si è tenuta a Magenta una cerimonia particolarmente importante e sigificativa perchè il Sindaco della Città, dott. Luca Del Gobbo ha fatto dono al Corpo della Polizia Locale di una bandiera dedicata. La cerimonia si è svolta con puntualità Lombarda e con una organizzazione impeccabiledi tipo militare che, insieme alla bandiera tricolore e alla Fanfara dei Bersaglieri ha reso tutti i presenti orgogliosi di essere italiani !  Riportiamo qui di seguito il discorso ufficiale di presentazione letto dal Maestro di Cerimonia, Comm. Agg. Giuliano Rota:

“ Signore e Signori buon giorno,

la  Città di Magenta oggi è in festa perché ci stiamo approssimando da un lato alla commemorazione del 150° della famosa battaglia di Magenta del 1859 e anche perché ricorrono  i 75 anni dall’Istituzione  del Corpo di Polizia Locale . Questa mattina , nella splendida cornice di questa piazza , tanto che già all’epoca del 1800 era considerata crocevia di scambi mercatali e di fiere   , si fa onore a  un lungo periodo  di attività della Polizia Locale già presente nel Comune di Magenta  con un  servizio di Polizia Urbana sin  dal 1929.
Si coglie l’occasione di portare un saluto alle autorità civili, militari e religiose presenti sul palco, ed uno in particolare alle  Città, amiche e legate dalla storia tra cui Solferino, Palestro, Pastrengo e San Martino della Battaglia
Oggi nel festeggiare questo importante evento, riguardante la continua  attività e l’assidua presenza sul territorio, desideriamo celebrare la figura centrale della struttura – “l’agente di Polizia Locale con le sue  specialità ”.

A questa nostra gioia partecipano anche  i Comandanti e agenti di alcuni Comuni della Provincia ed in particolare della Città di Milano, che ringraziamo per la fattiva collaborazione dimostrata anche in data odierna, come pure dalla vicina Svizzera rappresentata dalla Polizia Comunale di Lugano con il Comandante Avvocato Roberto Torrente a cui rivolgiamo un sentito e caloroso saluto."

Casale Monferrato, 14 maggio 2009. Si è concluso oggi il corso di Nozioni di base sui Falsi Documentali e Tecniche Operative di Polizia, tenuto a venti operatori della Polizia municipale della città più un operatore di un servizio intercomunale facente capo alla stessa. Tutti i partecipanti hanno dimostrato un grande interesse e una buona professionalità, ottima per quanto riguarda le capacità di comunicazione e i rapporti con la cittadinanza.Il corso è stato progettato e realizzato tenendo conto della realtà cittadina che è tranquilla, ordinata, coperta da tutti i servizi e tutelata da tutti gli appartenenti alle Forze di Polizia, oltre alla Polizia Municipale. Nell’ambito del corso sono state evidenziate l’importanza del ruolo dell’operatore della Polizia Municipale nel controllo del territorio e nella tutela delle garanzie del rispetto delle norme finalizzate all’ordinato svolgersi delle attività commerciali, del traffico, dell’igiene e della tranquillità dei cittadini, in particolare quelli appartenenti alle fasce più deboli della popolazione. Inoltre è stato dato spazio alla parte pratica riguardante la sicurezza nel fermo e controllo dei veicoli, il controllo delle persone sospette e alla capacità di riconoscere almeno i documenti contraffatti in modo grossolano o palesemente falsi, perché inesistenti.Tutti i partecipanti al corso si sono impegnati al 100% , sia dal punto di vista fisico che di quello dell’interesse, dimostrato attraverso domande mirate e discussione di casi reali, suscitando uno spirito di Corpo e di coesione fra colleghi che, purtroppo, si riscontra raramente.

Gianfranco Peletti

 

Foto di gruppo alla fine del corso

In occasione del 1 maggio e della Festa del Lavoro, abbiamo messo online la nuova edizione del nostro sito, con un restyling volto a migliorare la facilita di utilizzo e la ricerca dei contenuti da parte dei visitatori. In particolare abbiamo inserito una sezione fotografica che riguarda la storia, la vita e la figura del Vigile Urbano e della città di Milano.
Nell'occasione vi presentiamo quella che, probabilmente, è l'ultima versione della Bozza del Disegno di Legge che riguarda la categoria della Polizia Locale, discusso dalla commissione ristretta del Senato in data 5 aprile u.s. e che a giorni dovrebbe essere chiusa in modo definitivo per essere poi presentata in Parlamento.
Il Disegno di Legge è quello del Senatore Saia, emendato e aggiornato con gli altri testi presentati, che attraverso 27 articoli disegna quello che saranno le attività e la figura della Polizia Locale nel prossimo futuro. Il testo è presentato in due colonne, a sinistra quella con il testo originale e a destra quella con il testo modificato che è quella definitiva. Si tratta di un file PDF che a seguito della trasmissione non è perfetto ma che è chiaramente leggibile in tutte le sue parti.

A tutti voi e in particolare al gruppo di lavoro della Commissione Ristretta di Senatori che stanno lavorando su questo disegno di legge i nostri migliori auguri per una sollecita conclusione degli stessi e una rapida approvazione, senza che lo stesso venga stravolto.

Gianfranco Peletti

Cliccare su questa scritta per aprire il testo del Disegno di Legge

Per migliorare la tua navigazione su questo sito si utilizzano cookies e tecnologie simili Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo leggi l'informativa