• ASA_3613.JPG
  • ASA_5702.jpg
  • ASA_5891.jpg
  • DSC_6099.JPG
  • DSC_6132.JPG
  • DSC_6139.JPG
  • DSC_6141.JPG
  • DSC_6149.JPG
  • DSC_6269.JPG
  • DSC_6291.JPG

MODIFICA LEGGE SULLA POLIZIA LOCALE

Carissimi amici e colleghi, finalmente dopo un lungo periodo di oblio e circolari ministeriali volte sempre a disconoscere la potestà legislativa regionale, attribuendo agli strumenti di autotutela la classificazione di "armi comuni" qualunque sia la tipologia, forma, peso, materiali ecc. ecc., vietando l'assegnazione al personale pena denunce penali, il Senatore Maurizio Saia è riuscito a fare ripartire il provvedimento.
Auguriamoci che perseveri e che riesca a condurlo in porto, sapendo che la categoria Polizia Locale è in attesa ormai da troppo tempo. Riporto qui sotto la comunicazione che ho ricevuto, con il link al sito del Senatore, dove in 17 pagine è riportato tutto l'iter ufficiale per potere finalmente arrivare alla votazione del provvedimento. Forza Maurizio !
Gianfranco Peletti

Padova, 7 aprile 2011
Perché la legge sulla Polizia Locale si era bloccata. Perché ora riprende il suo iter.
Era il 30 settembre del 2010 quando la Commissione Bilancio del Senato con un certo ritardo (visto che il Testo Unico di Polizia Locale era stato presentato dai due relatori Saia e Barbolini alcuni mesi prima) chiedeva al governo una relazione tecnica sul testo stesso di riforma.
Affinchè una legge venga approvata il parere della Commissione Bilancio è l’unico, ai sensi dell’art. 81 della Costituzione, ad essere obbligatorio .
Era dunque settembre quando l’iter di questa Legge si bloccava in Prima Commissione Affari Costituzionali del Senato, proprio all’inizio delle votazioni sugli emendamenti, restando in attesa del parere della Quinta Commissione Bilancio.
Dopo innumerevoli richieste scritte e verbali, dopo aver mosso ministri, sottosegretari, presidenti di commissione, maggioranza e opposizione del Parlamento, il sottoscritto grazie al solerte e determinante lavoro di un funzionario del Servizio bilancio del Senato, è riuscito a tirar fuori dai cassetti la suddetta relazione.
È importante notare le date: il Ragioniere Generale dello Stato, Dott. Canzio, in data 18 novembre, presentava la relazione tecnica al proprio ministero di competenza (Economia e Finanze), il quale la protocollava il 29 novembre e la inviava solamente il 18 gennaio 2011 alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento. La Presidenza del Consiglio, il giorno seguente, 19 gennaio, inviava al Presidente della Commissione Bilancio del Senato, la relazione tecnica.
Non ho nessuna intenzione di commentare i tempi e i luoghi di questo “inceppamento”, ho invece intenzione di pubblicare tutti gli atti affinchè democraticamente e con trasparenza i cittadini possano commentare e farsi un’idea del come e perché le leggi impiegano anni per essere approvate:  www.mauriziosaia.it/materiali/DDLpolizialocale.pdf
Ora la Commissione Bilancio, con il fiato al collo del sottoscritto, rapidamente darà il suo parere alla Prima Commissione e nel giro di qualche settimana finalmente potremo votare in Commissione Affari Costituzionali il provvedimento.
Per me la battaglia continua con determinazione!
Maurizio Saia

Per migliorare la tua navigazione su questo sito si utilizzano cookies e tecnologie simili Proseguendo con la navigazione ne accetti l'utilizzo leggi l'informativa